01.11.2014 EUROLEGA VALDAGNO-VENDRELL 7-2

 

DNA DA COPPE - VALDAGNO-VENDRELL 7-2

fonte: Hockey Valdagno 1938

I primi cinque minuti sono giocati a buon ritmo; le due squadre rovesciano il fronte in successione, ma è il Vendrell a dare l’impressione di essere più pericoloso: vigila il “Gatto con i Gambali”. I catalani hanno una difesa accorta, curano i due “liceali” ben noti (Lopez e Ordoñez), il temibile Tataranni e lasciano più libertà a Mattia Ghirardello. È il biondo unno breganzese che imprime la svolta della partita, quando questa parrebbe pendere dalla parte spagnola. Dopo cinque minuti e mezzo “Ghira” ruba una palla e s’inventa una percussione rugbistica, centrale, alza la palla, dribbla dritto, sfonda e batte Fernandez misurando l’angolo basso. Passano altri due minuti e “Ghira” è steso in area: rigore sacrosanto che il Capitano trasforma in gol. Valdagno sta sul 2-0 e la partita cambia volto. Il Vendrell fa capannello sul portiere, quasi a rincuorarlo, e si lancia in un pressante possesso palla con la smania di rimontare. A Valdagno va benone, di rimessa, impeccabile e, mentre Cunegatti para o i rossi sbagliano, riparte fulmineo; al minuto 16’ 25 Lucas Ordoñez ancora buca la difesa avversaria al centro e infila il sette a destra di Fernandez. Vendrell non ci sta ed inizia un bombardamento verso la porta valdagnese; al minuto 10’ 43 è Xixi Creus che buca Cunegatti da fuori, ridando fiato ai catalani. Come in una piece drammatica, poi, a otto minuti e mezzo dal riposo, Tataranni, con aria svagata, caracolla in area, dritto sui pattini e con diabolica intuizione incrocia una saetta, che sorprende e fulmina Fernandez (non impeccabile sin qui il portiere spagnolo ... si farà valere nella ripresa). Finisce il tempo e squadre negli spogliatoi: i blu con aria determinata, i rossi che scuotono la testa.

La ripresa vede due squadre molto meno veloci: Valdagno gioca ragionato, a volte ai limiti del time-45, fa girare palla anche a Oruste e a Bertoldi (stasera prova molto convincente di Alberto); Vendrell gioca lento ora, troppo lento macina un gioco spezzato da troppi errori. L’impressione è che ansia e demoralizzazione stiano minando gli spagnoli. Dopo una fase discretamente noiosa, al minuto 19’, il solito Xixi Creus ribatte un tiro in rete e fa 4-2. La partita si riaccende improvvisamente, il gioco si fa più rapido, a volte convulso e ricco di imprecisioni; i due portieri si guadagnano la giornata, com'è d’uso. Le due aree ora rimbombano di suoni sinistri di stecche, di botte e di spinte: i portoghesi iniziano a fischiare. A undici minuti dal termine Martinez è punito con un Blu; va sul secondo dischetto Ordoñez, avanza, finta a destra e controfinta con deposito pallina in rete: 5-2 e buonanotte suonatori. 
Negli ultimi cinque minuti si consuma il trionfo del ’38. Dopo una magia di Oruste che centra la traversa e un palo del Vendrell gli arbitri fischiano il decimo fallo di squadra ai catalani: mancano tre minuti. Al Moritz saltano i nervi, Creus esce con un blu per proteste e subito dopo Lluis Ferrer ne prende un altro analogo, direttamente in panca. Vendrell assiste al diretto di Tataranni in due soli esterni: il Capitano alza e schiaccia in rete il 6-2 (Vendrell torna in tre più il portiere). A due minuti dal termine rigore per Valdagno, per pattino volontario in area; tira Ordoñez ma la botta è parata da Fernandez che, nervoso, gesticola all’argentino. Ora tutto il Palalido è in piedi in standing ovation. Pochi si accorgono che uno scatenato Lopez insacca il 7-2 a nove secondi dal termine. Applaudendo non si può fare a meno di considerare che Valdagno davvero possiede il DNA da Coppe, l'imprevedibilità sconfitta dall'esperienza, che arriva da anni di palchi europei.
Strana squadra questa valdagnese, che, se si concentra e si carica in pista, si traveste da “squadrone” e si fa perdonare qualche ingenuità. Strana squadra che, si percepisce, inizia a divertirsi con stecca e palla, strana squadra a cui non è dato di poter distrarsi con le più deboli se vuole puntare in alto; in alto senza alcuna paura. Agli amici tristi di Vendrell possiamo solo dire non preoccupatevi; ci siamo passati anche noi! Alla fine troverete anche voi un vostro Breganze che vi farà risorgere al posto che compete.

 

VALDAGNO - VENDRELL 7-2

MARCATORI PT: 6' Ghirardello (VA), 8' Tataranni su rigore (VA), 9' Ordonez (VA), 14' Creus (VE), 17' Tataranni (VA)

MARCATORI ST: 6' Creus (VE), 14' Ordonez su punizione di prima (VA), 22' Tataranni su punizione di prima (VA), 25' Lopez (VA)