04.10.2014 SERIE A1 SARZANA - VALDAGNO 8-6


Sarzana sorprende di nuovo il Valdagno e vince nel finale

fonte: Hockey Sarzana

“Certe gioie, l'adrenalina di una vittoria insperata, ti ripagano in parte di tutti i sacrifici che giornalmente fai. Era tanto che non piangevo a fine di una partita, ma questa sera mi sono sciolto come un bambino – commenta un emozionatissimo presidente Maurizio Corona a fine partita - E' stata una settimana durissima e lo sarà anche la prossima e la prossima ancora, ma io sarò li a sbattermi per la mia società, per la mia città e anche per chi non capisce cosa rappresentiamo per tutta la nostra comunità. Ma questa è una serata di festa e non è certo serata di polemiche e allora ringrazio i miei ragazzi tutti in ugual modo, ma in primis voglio ringraziare il protagonista principe Alessandro Cupisti: solo lui con il suo carisma poteva reggere a una settimana piena di pressioni come quella della vigilia dell’ esordio".
Gli fa eco proprio Alessandro Cupisti che parla della partita e del carattere di questo Carispezia: “Abbiamo fatto una grande prova contro un ottimo Valdagno. Hanno il capocannoniere dello scorso campionato, hanno una squadra che a livello di organico è subito a ridosso di Forte e Breganze, perciò penso che crederci e andare a vincere nel finale come stasera significa che stiamo crescendo oltre che di gioco anche di testa.” 
Franco Vanzo, che deve fare ancora a meno di Lucas Ordonez infortunatosi nell’amichevole contro la nazionale italiana e va in panchina solo a onor di firma, schiera il suo starting-five titolare con Lopez insieme a Ghirardello e alla coppia d’attacco formata dal capocannoniere della scorsa stagione Tataranni e Oruste, con Cunegatti alla difesa della porta e a disposizione Bertoldi, Bicego, Ordonez, Spagnolo e il secondo portiere Nieddu. Cupisti risponde con Corona tra i pali, Sterpini, Squeo, Borsi e Dolce. 
Partita subito vibrante; dopo pochi secondi Leonardo Squeo colpisce il palo e dopo 2’,40” la prima grande occasione per i veneti quando Luca Sterpini sgambetta Tataranni; l’arbitro Molli non ha dubbi cartellino blu per il capitano rossonero e tiro diretto per la formazione di Franco Vanzo. Si incarica della battuta Tataranni, ma Corona è super e para. In inferiorità numerica i rossoneri trovano il vantaggio: Borsi al 4’08” riparte in contropiede e poco prima del limite dell’area lascia partire un tiro che si insacca alle spalle di Cunegatti. Valdagno trova il pareggio al 7’01”: Oruste scende dalla destra e mette in area una pallina, la difesa rossonera pasticcia e Tataranni è lesto a mettere la sfera alle spalle di Corona. All’ 8’49” Sarzana ritorna in vantaggio: Dolce prima si fa parare una conclusione da Cunegatti, poi riprende la sfera e da posizione impossibile trova l’angolo giusto per il 2 a 1. Passano pochi secondi e Ghirardello lascia partire una conclusione dalla distanza che beffa Corona per la rete del 2 a 2. La squadra di Cupisti reagisce e si porta sul doppio vantaggio al 14’03” con una gran botta di Sterpini dalla distanza e poi al 17’16” con Borsi lesto a riprendere una respinta di Cunegatti. Reazione d’orgoglio valdagnese: Tataranni dopo 12” lascia partire una botta pochi metri fuori dall’area che si insacca alle spalle di Corona, poi lo stesso Corona al 18’54” pasticcia su una conclusione diLopez che porta il risultato sul 4 a 4. Al 19’36” ancora rossoneri in vantaggio con un missile di Squeo che si insacca alla spalle di Cunegatti. I rossoneri vogliono strafare e il Valdagno li punisce con il più classico dei contropiedi conTataranni al 20’33” che fissa il parziale del primo tempo sul 5 a 5. 
Nel secondo tempo nessuna rete per oltre dieci minuti di gioco con i portieri che si oppongono alle conclusioni degli attaccanti. Al 12’05” ritornano in vantaggio i padroni di casa: Sterpini lascia partire una conclusione dalla destra che trova il primo palo alla sinistra di Cunegatti. Ma il vantaggio ligure dura poco: Tataranni viene lasciato libero a due passi da Corona, l’attaccante materano batte a rete, Corona para, ma l’arbitro Ferrari dice che la palla ha superato la linea di porta tra le proteste del portiere rossonero. Occasioni da una parte e dall’altra poi al 41' la formazione ligure fruisce di un tiro di rigore; si incarica della battuta Borsi, l’arbitro Molli fa ripetere per due volte e alla seconda espelle Cunegatti. Entra Nieddu che para il rigore a Borsi e si segnala per almeno tre ottimi interventi, lasciando la porta inviolata in inferiorità numerica. Rientra Cunegatti la partita diventa spettacolare, pali e traverse da una parte e dall’altra fino al 23’14”: ancora rigore per il Sarzana e questa volta è Sterpini ad incaricarsi della battuta. Anche in questo caso c’è la ripetizione, ma al secondo tentativo c’è la rete di Sterpini. La pista è una bolgia vengono espulsi sia Sterpini che Bicego, il Valdagno rinuncia al portiere per provare a trovare il pareggio, ma il contropiede rossonero finalizzato daSqueo per l’ 8 a 6 a 18” non lascia scampo agli avversari. Negli ultimi secondi il pubblico del Vecchio Mercato è tutto in piedi ad accompagnare i suoi eroi al suono della sirena e poi decreta il giusto tributo alla squadra di Alessandro Cupisti che è partita anche in questa stagione con una grande impresa. 
Prossimo incontro Sabato 11 Ottobre al PalaForte di Forte dei Marmi contro l’ Alimac Forte dei Marmi.


CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – VALDAGNO 1938 8 – 6 (5 - 5)
CARISPEZIA HOCKEY SARZANA : Corona (Garofalo), Pistelli, Squeo (2), Rossi, Sterpini (3), Sturla, Dolce (1) , Fioravanti, Borsi (2). Allenatore Alessandro Cupisti.
VALDAGNO 1938: Cunegatti (Nieddu), Ghirardello (1), Lopez (1), Bicego, Tataranni (4), Ordonez, Oruste, Bertoldi, Spagnolo. Allenatore Franco Vanzo.
Arbitri: Sig. Molli (LU) - Sig. Ferrari (LU) ausiliario Sig. Righetti (SP)