05.01.2015 SERIE A1 PIEVE - VALDAGNO 5-9

PIEVE - VALDAGNO 5-9

fonte: Hockey Pieve 010 - 05.01.2015

SAN DANIELE PO – Si infrange il sogno della Final Eight per la Pieve 010, che nella gara contro un Valdagno azzoppato dagli ultimi movimenti di mercato avrebbe potuto cercare la zampata vincente per portarsi al torneo di Coppa Italia a Follonica.

Invece è una formazione rossoblu che affronta un primo tempo decisivo senza la convinzione necessaria, venendo sopraffatta e compromettendo in questi primi venticinque minuti l’intera gara, oggi, lunedì 5 gennaio, al palazzetto dello sport di San Daniele Po. Non conta il fatto che Valdagno sia orfano di Tataranni – che tra l’altro ne ha messe sei questa sera con la sua nuova squadra, il Sarzana –, perché passano una manciata di secondi che i vicentini sono già in vantaggio, grazie al loro bomber in seconda, l’argentino Ordoñez. Seconda rete a cura di Oruste, fortunato in un rimpallo, e quindi di nuovo Ordoñez infila quel 3-0 che non ti aspetti. La Pieve ci prova, quindi, ma la porta appare stregata, e dove non arriva il portiere del Valdagno ecco che ci si mette la sorte, con deviazioni fortunose e traiettorie impensabili. Al 24’ quindi, Ambrosio si impappina a metà campo, Bertoldi ruba la sfera e si invola verso Vallina. L’italo-argentino tenta di ostacolarlo come riesce ma l’attaccante ospite infila sotto le gambe il numero 10 locale.

Finisce con un poker figlio di un brutta prestazione, la prima frazione di gara. Durante la pausa Ariano Civa striglia i suoi, e al rientro dagli spogliatoi i rossoblu si fanno subito sotto con Ambrosio, pericoloso a tu per tu con Cunegatti ma non efficace quanto basta. Gli ospiti rispondono, però, e lo fanno col veleno nei denti, perché Ordoñez alla prima occasione utile mette il 5-0 veneto.

Qui l’inversione di tendenza. La strada è tutta in salita ma si può percorrere. Nemmeno venti secondi dopo, infatti, che Mattia Civa di rabbia accorcia le distanze. E passa un altro minuto che lo stesso capitano rossoblu raddoppia, insegnando ai suoi che c’è ancora speranza. Un nuovo giro d’orologio e le reti pievesi sono tre: è Bresciani che dalla destra indovina una conclusione che non lascia speranze all’estremo difensore vicentino, al 34′. Proprio quando la rimonta non sembra più così impossibile, ecco che la staffilata di Ordoñez allunga di nuovo per gli ospiti tre minuti più tardi, e Oruste infila la doppietta personale al 41′. Al 44’ Jara su punizione accorcia di nuovo sul 4-7, quindi infila la rete più bella della gara: aggira la porta avversaria, sterza e in girata trova l’incrocio sul palo più lontano. Gli ultimi minuti sono di Valdagno, che con la punizione di prima di Lopez e la quinta rete di Ordoñez archivia la pratica pievese.

Ancora a secco Ambrosio, che non segna da metà dicembre 2014: per lui in chiusura di match solo due traverse con staffilate dalla distanza.


PIEVE - VALDAGNO 5-9

MARCATORI PT: 2:22 Ordonez (VA), 5:42 Oruste (VA), 8:25 Ordonez (VA), 24:09 Bertoldi (VA).

MARCATORI ST: 8:14 Ordonez (VA), 8:26 Civa (PI), 9.25 Civa (PI), 10:07 Bresciani (PI), 12:35 Ordonez (VA), 16:11 Oruste (VA), 19:46 Jara su punizione di prima (PI), 21:51 Jara (PI), 22:30 Lopez su punizione di prima (VA), 24:44 Ordonez (VA).